Articoli correlati ‘Progetu Repùblica’

ProgReS e la Sardegna a Barcellona: confronto con le Nazioni senza Stato

16 July 2014

Il 19 e 20 luglio ProgReS Progetu Repùblica rappresenterà la Sardegna al “V Congrés Internacional de Poder Constituent”, il congresso internazionale della Nazioni senza Stato organizzato a Barcellona dall’associazione Procés Constituent de Catalunya.

​L’obiettivo di questa importante due-giorni sarà focalizzato sull’ascolto e sul confronto tra diversi processi costituenti nel mondo, da quelli che hanno già portato alla nascita di nuove repubbliche e quelli ancora in corso, che quotidianamente rendono più vicino il compimento del processo di autodeterminazione nazionale. Il fine ultimo con cui parteciperemo all’iniziativa è quello di apprendere gli uni dagli altri, condividere conoscenze ed esperienze e poter strutturare dei rapporti per agire congiuntamente, seguendo la logica del “pensare globale e agire locale”.

Al congresso saranno presenti delegazioni provenienti da tutti i continenti:​ Equador, Grecia, Honduras, Spagna, Stati Uniti, Portogallo, Cile, Islanda, Tunisia, Repubblica Saharaui, Messico, Francia, Galizia, Sardegna e Catalogna​.​​

ProgReS – Progetu Repùblica parteciperà con una propria delegazione a questo importante avvenimento internazionale e il segretario nazionale, Gianluca Collu, sarà chiamato a rappresentare la Sardegna con una propria relazione. In programma per sabato pomeriggio, l’intervento di Collu proporrà un quadro dell’attuale situazione politica sarda e metterà in evidenza lo stato del processo di autodeterminazione nazionale in Sardegna, mettendo l’accento su alcuni temi importanti come quelli della fiscalità e della vertenza entrate, della lingua, dell’istruzione e delle servitù militari.

Riteniamo questo appuntamento un tassello importante per il processo che ci porterà alla costruzione della nostra repubblica: l’attenzione e la cura delle relazioni internazionali è, infatti, un punto fondamentale dell’azione politica del partito e del mandato dell’attuale esecutivo nazionale che riconosce la fondamentale rilevanza di questo specifico momento storico per le Nazioni senza Stato. Costruire, progettare e condividere a partire dalla propria realtà territoriale risulta quanto mai fondamentale per migliorare le condizioni di vita delle nostre genti e per agevolare il processo di avvicinamento all’indipendenza. Accanto ai fratelli catalani, accanto a tutti i popoli che lottano quotidianamente per la propria dignità e libertà.

Maggiori informazioni sull’evento sono disponibili sul sito dedicato: www.poderconstituent.com.

L’intervento del Segretario sarà reso disponibile nei giorni successivi.

Proces Constituent _ manifestu in sardu

Proces Constituent _ manifestu in sardu

 

Programma _ Proces Constituent

Proces Constituent – Programa

 

Proces Constituent _ locandina in catalano

Proces Constituent – locandina in catalano

Collàbora pro fàghere sa Repùblica de Sardigna

19 January 2013

Dae su primu de s’annu sunt abertos is tesseramentos Ativistas e Sustenidores/as 2013 de ProgReS Progetu Repùblica. Èssere ativistas o sustenidores de ProgReS bolet nàrrere a èssere impignados pro fraigare, arrogheddu pro arrogheddu, sa Repùblica Sarda indipendente. Ma bolet nàrrere fintzas a ddu fàghere a intro de un’organizatzione democràtica, progetuale, inclusiva e orizontale, in ue cada die s’arresonat e si progetat unu tempus benidore prus giustu, ricu, lìberu pro sa natzione nostra.

Ambiente, fiscalidade, limbas, cultura, economia, comunidades, sotziedade, sanidade, polìticas de gènere e multiculturales, e meda àteru, sunt is temas chi portamus a in antis e chi sighimus.

Duncas, est lòmpidu su tempus de nos impignare. Est arribadu su tempus in ue non est prus possìbile delegare a àteros cussu chi depimus fàghere nois, totus nois, impare. Intra in Progetu Repùblica, porta is ideas tuas, agiuda·si a megiorare sa Sardigna.

______________________

Dal primo dell’anno sono aperti i tesseramenti Attivisti e Sostenitori 2013 di ProgReS Progetu Repùblica. Essere attivisti/e e sostenitori/trici di ProgReS significa essere impegnati per costruire, pezzo per pezzo, la Repubblica Sarda indipendente. Ma vuol dire anche farlo all’interno di un’organizzazione democratica, progettuale, inclusiva e orizzontale, dove ogni giorno si discute e si progetta un futuro più giusto, ricco, libero per la nostra nazione.

Ambiente, fiscalità, lingue, cultura, economia, comunità, società, sanità, politiche di genere e multiculturali, e molto altro, sono i temi che portiamo avanti e che seguiamo.

Dunque, è giunto il tempo di impegnarci. È arrivato il tempo nel quale non è più possibile delegare ad altri quello che dobbiamo fare noi, tutti noi, insieme. Entra in Progetu Repùblica, porta le tue idee, aiuta a migliorare la Sardegna.

Dies de Festa: Su 3, 4 e 5 de Austu in Fordongianus arribat sa festa indipendentista

31 July 2012

dae Sardegna Quotidiano de su 29/07/2012

Tres dies de mùsica, cultura, isport e polìtica. Aici si podet lèghere in su programma chi ProgReS – Progetu Repùblica at publicadu pro descriere is “Dies de Festa”, sa manifestatzione indipendentista ocannu a sa primu editzione. «Dies de Festa – narat Omar Onnis, presidente de su partidu indipendentista – bolet èssere unu logu de arresonu cun totus is indipendentistas e fintzas cun chie pro immoi non est ancora indipendentista ma bolet a su pròpiu traballare pro su bene de sa Sardigna.» Pro cussu, in is medas addòbios chi bi sunt in su programma, s’agatant nùmenes chi non sunt ligados a sa polìtica ativa, ma chi sunt impignados in sa sotziedade, in su mundu de su traballu o de sa cultura. «Nois bolimus progetare e fraigare una Repùblica – sighit Onnis – pro cussu tenimus bisòngiu de totus is sardos chi traballant pro megiorare sa Sardigna, siat faghende polìtica in manera direta, siat traballende in sa sotziedade.»

Su calendàriu de is eventos est meda longu e prenu. Si cumintzat chenàbura 3 de Austu a is 6 de merie in su campu isportivu de Fordongianus cun sa presentatzione de sa festa e cun una cunferèntzia de imprenta chi at a èssere trasmìtida, aici comente totus is Dies de Festa, in direta streaming in su giassu progres.net. A is 8 at a sighire una partida de amigàntzia de fùbalu a 5 intre duas seletziones mistas de sardos, mentras a is 9 at a cumintzare s’eventu prus importante de sa die, cun sa primu gara de sa natzionale sarda de fùbalu a 5 chi at a giogare contra una seletzione cadalana. Sa note at a agabbare cun una rassegna de cantos a tenores in sa pratza de sa bidda.

Continua a leggere: Dies de Festa: Su 3, 4 e 5 de Austu in Fordongianus arribat sa festa indipendentista

Nomine politiche e meritocrazia

13 June 2012

di Sebastian Madau
Consigliere Provinciale Aristanis – Progetu Repùblica

Il paradosso aleggia nelle stanze del potere sardo. Il Presidente della Giunta Ugo Cappellacci ha promosso il referendum indetto da un non meglio precisato movimento riformista, portando alla vincita il quesito sulla cancellazione immediata di tutti i consigli di amministrazione delle società ed enti controllati dalla Regione. Dopo circa un mese, lo stesso Presidente ha nominato amministratore unico della Carbosulcis Alessandro Lorefice, un giovane praticante avvocato di 29 anni, senza specificare quali doti particolari avesse per guidare un’istituzione di quella portata. Nomina che ha poi acceso una scandalosa discussione sui retroscena dei titoli di studio e della posizione giudiziaria del giovane, finita con la sua rimessa del mandato in mano al Presidente.

Il paradosso è ricorrente in politica perché molto spesso non è la logica che guida le scelte, soprattutto nelle nomine. Tra i compiti che mi sono posto come indipendentista all’interno delle istituzioni c’è chiaramente quello di portare le nostre idee nel dibattito politico, come anche quello di combattere la cattiva politica che ha governato fino ad oggi la Sardegna. Uno degli obiettivi è quello di contrastare il triste fenomeno delle nomine politiche: la spartizione bipartisan da manuale Cencelli tipicamente italiana, che purtroppo anche in Sardegna ha attecchito bene.

Per questo motivo una delle prime proposte avanzata dal gruppo consiliare che rappresento è stata quella di modificare lo statuto della Provincia di Oristano affinché le nomine delle controllate e degli enti seguissero un criterio di meritocrazia. Come? Semplice: che il curriculum del candidato fosse valutato da una commissione e che fosse attinente al ruolo da andare a ricoprire.

Molto spesso infatti si nominano medici a dirigere consorzi industriali e avvocati a gestire ASL, ex commercialisti a dirigere Università e via dicendo… forse è meglio non continuare con la lista delle assurdità, avrete capito di cosa sto parlando. Alla classe politica è mancato il coraggio di rinnovare le sue prassi di gestione del potere affidando gli enti alle persone competenti. Venendo alla Provincia, siamo sicuri che l’unico metodo per scegliere gli assessori sia quello di nominare i consiglieri più votati? Siamo in grado di pensare un altro modo, magari andando a pescare da altre realtà dove le cose funzionano senz’altro meglio?

Le nomine del consorzio industriale ad Oristano hanno fatto partire denunce negli anni passati, ma non credo che la spinta delle azioni giudiziarie fosse la competenza delle persone, quanto la solita gestione del potere a cui siamo abituati. Visto che in Provincia siamo in tempo di nomine e forse anche di elezioni, sarebbe un grande segnale se queste venissero fatte con i criteri giusti. Non mi sembra di chiedere troppo ai politici che hanno governato in maniera sbagliata la nostra nazione negli ultimi 60 anni.

Progetu Repùblica Sulcis Iglesiente

19 January 2012

È uscito il primo numero del foglio informativo di ProgReS Sucis Iglesiente. Progetu Repùblica permetterà a tutti di seguire le attività di ProgReS sul territorio, aggiornando sulle attività politiche che l’indipendentismo moderno porta avanti.

In questo numero si parlerà di energia, economia e scenari per la Sardegna tra globale e locale.

L’aperiodico verrà distribuito sia on line che stampato nei principali centri del territorio.

Per contattare gli attivisti sulcitani e la redazione, e per qualsiasi informazione sulle attività del partito nel territorio, contattare sulcisiglesiente@progres.net

Progetu Baronia: assemblea a Onifai

17 January 2012

Continua a leggere: Progetu Baronia: assemblea a Onifai

ProgReS Casteddu est a favore de sa toponomàstica bilìngue

16 January 2012

ProgReS Casteddu cumpartzit in parte manna sa motzione presentada dae medas cussigeris comunales de majoria a pitzus de is diretziones noas pro sa toponomàstica tzitadina subra de totu a pitzus de sa toponomàstica bilìngue. Pensamus chi una tzitade moderna e istoricamente plurilingue comente Casteddu no potzat sighire a èssere serrada in su provintziale e dannosu monolinguismu in limba italiana. Donare ispàtziu a su sardu in sa toponomàstica est su primu passiteddu conca a su bilinguismu perfetu, chi diat a donare a sa limba nostra sa matessi dignidade de s’italianu e cun totu is limbas de s’Europa e de su mundu.

Ispantat imbetzes sa distratzione de is ufìtzios comunales ca pròpiu in custas dies ant portadu in is domos de is Casteddajos su calendàriu 2012 pro sa regòllida diferentziada de su totu in limba italiana, iscaressende·si de su Sardu, de chie ddu imperat cada die, e de chie ddu diat a bòlere imparare. S’impreu de su bilinguismu in custas operatziones diat a èssere de su totu de badas e realizàbile in pagu tempus.

In prus in nùmenes de rugas e pratzas de sa tzitade depent èssere dedicadas a persones positivas e importantes pro sa gente nostra, est assurdu chi is logos prus sugestivos de Casteddu tèngiant su nùmene de chie at tentu rolos de pagu contu in s’istòria de sa Sardigna o fintzas de chie est istadu in manera aberta inimigu de sa natzione sarda.
Continua a leggere: ProgReS Casteddu est a favore de sa toponomàstica bilìngue