Rassegna Stampa

Ecco come stiamo costruendo l’alternativa nazionale

29 May 2016

intervista di Pesa Sardigna a Gianluca Collu – Segretario Nazionale di ProgReS Progetu Repùblica

Perché ProgReS alle amministrative di Cagliari sostiene l’alleanza “Cagliari Città Capitale”?

Il coordinamento regionale di ProgReS Casteddu sta lavorando al laboratorio politico di Cagliari Città Capitale da circa un anno. Assieme alle associazioni civiche Me-Ti, Sardegna Sostenibile e Sovrana, e a un valido e competente gruppo di cittadini si è discusso, redatto e sottoscritto ilPatto Costitutivo dove sono delineati i principi e gli obiettivi della nostra coalizione, tra i quali, alcuni dirimenti per noi indipendentisti, come ilriconoscimento della nazione sarda e il conseguente diritto all’autodeterminazione, la fine dell’autonomismo e delle alleanze con i blocchi di potere italiano del centrodestra e centrosinistra, la difesa degliinteressi dei sardi e della Sardegna.

Coerentemente con la nostra linea politica, che non prevede alleanze con i partiti italiani, abbiamo messo al servizio del progetto la nostra visione e le nostre competenze per dare forma a uno spazio politico che permetta anche a chi non è indipendentista di poter lavorare al programma per la città di Cagliari.

Quali forze partecipano al progetto “Cagliari Città Capitale”? 

Le forze che partecipano sono civiche, indipendentiste e ambientaliste. Abbiamo ascoltato e cercato il dialogo con tutte le parti attive della società, con tutti i soggetti politici sardi e le liste civiche, in una città dove gli interessi economici e politici sono ancora fortissimi, questa è la sintesi che è emersa. Il nostro è un laboratorio politico aperto e inclusivo, tutte le sarde e i sardi liberi possono contribuire a costruire per Cagliari una Capitale degna di questo nome, una capitale sarda al centro del Mediterraneo e del mondo.

L’alternativa italiana è quella che conosciamo tutti: una mediocre città di provincia, capoluogo di una periferica e isolata regione italiana. Forse neanche questa descrizione rende bene l’idea, se diamo uno sguardo ai media e telegiornali italiani non c’è traccia delle amministrative di Cagliari. Sono altre le città che contano.

Continua a leggere: Ecco come stiamo costruendo l’alternativa nazionale

Fintzas in is relatas internatzionales sa limba nostra est su sardu

27 July 2014

dae Limba Sarda 2.0

Sàbadu e domìnigu passados in su Tzentu de Cultura Bonnemaison de Bartzellona b’est istadu su cungressu internatzionale de Procès Costituent, sòtziu cadalanu chi traballat pro portare a in antis unu protzessu costitutzionale pro sa Repùblica Cadalana.

Intre is vàrios interventos dae medas natziones sena de istadu, sa delegatzione sarda fiat rapresentada dae ProgReS Progetu Repùblica, su partidu indipendentista chi a is ùrtimas eletziones natzionales sardas at tentu su resurtadu prus bonu.

Nde chistionamus cun su segretàriu natzionale nou, elèghidu in su cungressu de Maju, Gianluca Collu Cecchini:

Continua a leggere: Fintzas in is relatas internatzionales sa limba nostra est su sardu

Torrant ocannu is Dies de festa in Nùgoro

27 July 2013

dae Saedegna Quotidiano de su 27/07/2013

A pustis de s’annu coladu in Fordongianus, ocannu Dies de Festa lompet in Nùgoro. Sa festa de ProgReS – Progetu Repùblica de Sardigna at a èssere in sa capitale barbaritzina su de duos, tres e bator de austu. Dae sa prima editzione de su 2012, b’ant a èssere novidades de importu e sa cunfirma de tzertas fòrmulas. Tres dies de polìtica, mùsica, cunfrontu, cultura e isport. Pròpiu s’isport est unu de is elementos de continuidade chi aberit sa rassigna nugoresa. S’annu coladu a intro de Dies de Festa s’est pòdida bìere sa prima partida de fùbalu a 5 de sa natzionale sarda, contras de sa seletzione catalana. Chenàbura su duos a is 20.45 b’at a èssere sa rebìnchida de is sardos, bintos s’annu coladu dae is ibèricos. In antis b’at finas a èssere una gara de fùbalu intro duas iscuadras rapresentativas de su cabu de susu contra de su cabu de giosso.

Ma custas dies tenent inditu polìticu; si un’amichevole de fùbalu mancari siat de sa natzionale sarda est unu momentu de ispàssiu dae sa die in fatu cumentzat sa polìtica prus crara. Sàbadu tres a mangianu s’at a pòdere iscurtare su traballu fatu dae is amministradores chi su partidu indipendentista vantat intro de is istitutziones. Un’ocasione bona pro cumprèndere mègius cales sunt is dificultades e is bìnchidas de una manera noa de fàghere polìtica in intro de unas cantas istitutziones chi giai cantu ca fiant nàschidas fiant betzas. A custu report sighit deretu a mesudie unu adòbiu acanta su tema est unu de cuddos chis’indipendentismu istimat meda: s’ambiente. S’at a allegare de su tempus benidore de su trasportu privadu in su presente de s’ìsula in relata a su Pme, pianu de mobilidade elètrica. A pustis pràngiu est programmada una dibata cun òspites istràngios puru; Arresonos de un’Europa possìbile est s’inditu de su merie a su teatru Eliseo e nd’ant a arresonare Omar Onnis, istòricu, in paris cun Laura Mintegi, deputada Eh Bildu a su Parlamentu Bascu, e Carlo Pala, politòlogu.

Continua a leggere: Torrant ocannu is Dies de festa in Nùgoro

Da Bauladu una formula per l’isola: “Cultura e ambiente ci salveranno”

19 July 2013

da Tiscali Notizie
di Nicola Muscas

Ventotto anni ad agosto, una laurea in Scienze Politiche e un master in Management dello Sviluppo Locale alla Cattolica di Piacenza. Quindi una prima esperienza amministrativa come assessore alle Politiche giovanili di Bauladu, poi il salto alla guida del municipio da poco più di un anno. Eletto con una lista civica, da qualche mese vicino alle posizioni degli indipendentisti di Progres. Davide Corriga Sanna, classe ’85, è il sindaco più giovane della Sardegna e ha un progetto preciso per il suo paese: la creazione di un’industria culturale che porti occupazione nel territorio. Si parte da due realtà consolidate: il ‘Du Fest, che ha portato a Bauladu i grandi nomi del rock italiano e la cui quinta edizione è andata in archivio la settimana scorsa, e Ananti de Sa Ziminera, la rassegna invernale di musica e letteratura che coinvolge anche Tramatza e Nurachi. Entrambe portano la firma della Consulta Giovani di Bauladu, la prima istituita in provincia di Oristano, lanciata da Sanna nella scorsa consiliatura.

La cultura come opportunità in un paese di 700 anime al centro della Sardegna. In che modo?
“Le anime sono 716, per la precisione. E la strada sicuramente non è semplice, ma noi abbiamo un progetto. Si chiama ‘Du Factory. Nasce dall’esigenza di sviluppare delle professionalità nel campo dell’industria culturale. Non vogliamo che i festival rimangano degli eventi fini a se stessi”.

Continua a leggere: Da Bauladu una formula per l’isola: “Cultura e ambiente ci salveranno”

Istituzioni, Europa, Enti Locali: L’indipendentismo preso a calci

2 August 2012

da L’Unione Sarda del 01/08/2012

La nazionale sarda contro la Catalogna, cinque contro cinque e un pallone al centro: sarà un match solo simbolico, ma sui simboli (si pensi alla Padania) sono stati costruiti grandi movimenti d’opinione, e intere carriere politiche. Si gioca venerdì 3 agosto, alle 21, a Fordongianus: la partita aprirà di fatto i Dies de festa di ProgReS, che proseguiranno fino a domenica, anche se l’appuntamento sportivo non è organizzato ufficialmente dal partito indipendentista.

SPORT E POLITICA A ideare lo scontro di calcio a cinque Sardegna-Catalogna è stata la Fins (Federazione isport natzionale sardu), un’associazione sportiva di chiara impronta identitaria. Il presidente è Gabrielli Cossu, nome noto di ProgReS: ma altri dirigenti non militano nella sigla guidata da Salvatore Acampora e Omar Onnis. Di fatto Fins punta a una federazione sportiva indipendente, proprio sul modello catalano. Ma conserva un rapporto con la Federazione italiana gioco calcio, che fornirà i palloni per l’amichevole (preceduta da quella Sardigna est-Sardigna ovest, come l’altra trasmessa in streaming sul sito progres.net ). In campo ci saranno atleti isolani di alto livello, ma anche gli avversari militano nei massimi campionati di Spagna e dintorni. Qualcuno arriva da Andorra, grazie al cagliaritano Davide Marfella, tecnico del team andorrano.

Continua a leggere: Istituzioni, Europa, Enti Locali: L’indipendentismo preso a calci

Dies de Festa: Su 3, 4 e 5 de Austu in Fordongianus arribat sa festa indipendentista

31 July 2012

dae Sardegna Quotidiano de su 29/07/2012

Tres dies de mùsica, cultura, isport e polìtica. Aici si podet lèghere in su programma chi ProgReS – Progetu Repùblica at publicadu pro descriere is “Dies de Festa”, sa manifestatzione indipendentista ocannu a sa primu editzione. «Dies de Festa – narat Omar Onnis, presidente de su partidu indipendentista – bolet èssere unu logu de arresonu cun totus is indipendentistas e fintzas cun chie pro immoi non est ancora indipendentista ma bolet a su pròpiu traballare pro su bene de sa Sardigna.» Pro cussu, in is medas addòbios chi bi sunt in su programma, s’agatant nùmenes chi non sunt ligados a sa polìtica ativa, ma chi sunt impignados in sa sotziedade, in su mundu de su traballu o de sa cultura. «Nois bolimus progetare e fraigare una Repùblica – sighit Onnis – pro cussu tenimus bisòngiu de totus is sardos chi traballant pro megiorare sa Sardigna, siat faghende polìtica in manera direta, siat traballende in sa sotziedade.»

Su calendàriu de is eventos est meda longu e prenu. Si cumintzat chenàbura 3 de Austu a is 6 de merie in su campu isportivu de Fordongianus cun sa presentatzione de sa festa e cun una cunferèntzia de imprenta chi at a èssere trasmìtida, aici comente totus is Dies de Festa, in direta streaming in su giassu progres.net. A is 8 at a sighire una partida de amigàntzia de fùbalu a 5 intre duas seletziones mistas de sardos, mentras a is 9 at a cumintzare s’eventu prus importante de sa die, cun sa primu gara de sa natzionale sarda de fùbalu a 5 chi at a giogare contra una seletzione cadalana. Sa note at a agabbare cun una rassegna de cantos a tenores in sa pratza de sa bidda.

Continua a leggere: Dies de Festa: Su 3, 4 e 5 de Austu in Fordongianus arribat sa festa indipendentista

La Sardegna è pronta, la Regione no

18 July 2012

dall’Unione Sarda del 18 Luglio 2012

Agenzia delle entrate sarda. Sono cinquemila le firme raccolte in tutta provincia.

Un fatto storico. Pietro Murru, direttore della Edilcassa e promotore del progetto “Fiocco verde”, definisce così l’approvazione della mozione per la creazione di una Agenzia delle entrate sarda da parte del consiglio della Provincia di Olbia – Tempio. L’atto è della settimana scorsa: è un sostegno politico alla creazione della cassa della Sardegna. A breve dovrebbero fare lo stesso sia il consiglio provinciale di Nuoro, sia quello di Oristano. Ma la Gallura è stata la prima, ha aperto la strada. L’iniziativa ha avuto il sostegno di tutti i partiti, da destra a sinistra, passando per il centro, con il fortissimo impulso degli indipendentisti di ProgReS. «E così, se la Gallura si muove, la Regione rimane al palo. Ancora una volta» afferma Murru.

Continua a leggere: La Sardegna è pronta, la Regione no