I Presidenti Nazionali

Presidenti Nazionali di ProgReS

I presidenti nazionali di ProgReS Progetu Repùblica sono i primi garanti del rispetto dei valori fondanti politici, ideologici e filosofici del partito.

Nel Novembre 2014 sono stati eletti presidenti nazionali di ProgReS Progetu Repùblica gli attivisti Carla Carcangiu Pilia e Sebastian Madau.

Sebastian Madau

Sebastan Madau, 39 anni, originario di Solarussa, attualmente vive a Oristano con sua moglie Giovanna e il loro figlio Giaime. Insegna religione nelle scuole primarie di Seneghe e Bonarcado.

Diventa indipendentista durante la sua esperienza italiana, a Roma, nei primi anni 2000, quando iniziava a configurarsi l’idea di un indipendentismo moderno e non violento. Sentire la nuova elaborazione lo aiuta ad aprire gli occhi non solo sulla situazione della Sardegna ma anche su se stesso come sardo nel mondo. Dice di quel momento “È come se avessi trovato le parole giuste da mettere a interrogativi inespressi e sopiti dall’istruzione italiana”.

 

Quando pianificate per un anno, piantate cereali.
Quando pianificate per dieci anni, piantate alberi.
Quando fate una pianificazione che deve durare una vita,
formate ed educate le persone.”
(Guan Zhong)

Inizia da subito ad impegnarsi in prima persona per il progetto di una repubblica sarda, formandosi costantemente e lavorando assiduamente nel suo territorio.

Viene eletto consigliere comunale a Solarussa in una lista civica, dal 2006 al 2011. Nel 2010 accetterà la candidatura di Presidente della Provincia di Oristano, diventando così consigliere di minoranza. Attualmente è rappresentante del gruppo di ProgReS in consiglio provinciale e membro della Commissione Cultura.

Nel novembre 2014 gli attivisti di ProgReS, riconoscendo in lui una figura importante e stimata da tutti, propongono ed eleggono Sebastian Madau come Presidente nazionale del partito.


Carla Carcangiu

Carla Carcangiu, 57 anni, di Calasetta. Sposata con Raffaele e mamma di 3 figli, insegna inglese alle scuole medie di Calasetta e Sant’Antioco.

Intorno ai suoi 50 anni inizia un percorso di riflessione che la porta a riconsiderare le sue scelte e racconta: “A un certo punto della vita ti guardi intorno e ti poni di fronte alla decisione: o rimani delusa della mancanza di cambiamento e ti ritiri a vita privata o ti impegni in prima persona per prendere parte al cambiamento che vuoi vedere”.

 

“I bei pensieri sono perle false
se non sono seguiti dai fatti…
sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo”
(Mahatma Gandhi)

Da sempre impegnata in diverse associazioni a favore delle politiche di genere, della tutela ambientale e della pace, decide quindi di impegnarsi in prima persona in politica, diventando indipendentista nel 2010.

Nel 2011 sarà tra i 400 costituenti di ProgReS, diventando presto punto di riferimento nel Sulcis e in seguito Coordinatrice Politica, nonché candidata come consigliere della Regione Sardegna per le elezioni di marzo 2014.

A Novembre 2014 l’Assemblea Nazionale di ProgReS la identifica come attivista di forte spessore politico e come figura di rappresentanza e garanzia di tutti gli attivisti, proponendo e eleggendo Carla Carcangiu come Presidente nazionale del partito.