Le elezioni tra soliti giochi tattici e innovazione lungimirante e responsabile

 


Scarica questo comunicato in PDF.

 

 

Progetu Repùblica de Sardigna non ragiona mai in termini esclusivamente elettorali. La proposta di Convergenza Nazionale che portiamo avanti da anni va chiaramente oltre il corto raggio elettorale; anche perché non sarebbe credibile pensare di poter sviluppare un discorso di interazione a lungo periodo tra forze ancora distanti nel corso di questi tre mesi pre-elettorali.

 

La già denunciata assenza di un dibattito politico sul futuro prossimo della nazione sarda rende ancora più eclatante il consueto balletto delle candidature, delle investiture dall’alto, dei giochi delle parti tra coloro i quali cercano fino all’ultimo momento disponibile di incrementare il loro peso politico giocando di sponda e minacciando mosse imprevedibili.

 

Noi donne e uomini repubblicani di Progetu Repùblica non possiamo neanche tirarci fuori da questa trita dinamica perché mai ci siamo entrati e – siatene pur certi – mai vi entreremo. Sentiamo sui nostri corpi e sul nostro spirito sia l’onere che l’onore di rappresentare una delle vene più limpide dell’indipendentismo sardo e in nome di questa eredità mai ci presteremo a tattiche di piccolo cabotaggio o di convenienza politica personale.

 

Qualsiasi nostra scelta elettorale sarà frutto di profonda discussione interna e tenterà di essere quantomeno propedeutica alla creazione della Convergenza Nazionale così come la immaginiamo e la proponiamo da mesi.

 

Per Progetu Repùblica tutte le forze politiche sarde, siano esse partiti, movimenti o associazioni, rappresentano interlocutori validi. Tutte sono espressioni del tessuto politico e sociale della nostra nazione e come tali vanno rispettate, pur nella differenza e nell’eventuale contingente disaccordo.

 

Diremo di più, per Progetu Repùblica vanno coltivati rapporti e interlocuzioni costanti anche con i vasti settori di popolo sardo che attualmente sostengono le forze dell’unionismo italiano, non per chiudere accordi elettorali, ma per conoscere le loro convinzioni e dedurre grazie a quali strumenti intellettuali e politici poterli convertire all’indipendentismo.

 

Ma tornando ai soggetti politici nazionali sardi, percepiamo come doveroso il dialogo a tutto campo al fine di trovare almeno una manciata di punti in comune per avanzare parallelamente, in spirito di collaborazione e di responsabilità nazionale. Progetu Repùblica tiene aperti tavoli di confronto con tutti i partiti da molti mesi. Come già detto il nostro orizzonte va oltre le scadenze elettorali, va verso la definizione di un nuovo spazio politico che potrà iniziare a realizzarsi se le forze in bilico tra àmbito nazionale sardo e unionismo decideranno di eliminare in modo definitivo qualsiasi laccio che le tiene collegate alle coalizioni italiane.

 

Riteniamo imprescindibile che ai cittadini sardi venga fornita l’opportunità di poter scegliere una credibile opzione alternativa frutto dell’interazione tra tutte le sensibilità delle forze nazionali; un’offerta plurale che interpreti varie correnti di pensiero e che sappia seminare nella società il passaggio dal concetto di cittadinanza a quello di popolo di una nazione; non quindi un’offerta parziale incarnata solo dall’indipendentismo più intransigente o dall’autonomismo moderato. Ma questa scelta, già difficile di per sé, non possiamo pretendere avvenga in pochi mesi o solo grazie a un passaggio elettorale. Progetu Repùblica invita al dialogo, al ragionamento, anche in via riservata, per la costruzione di un tavolo di concertazione nazionale, capace di visione a medio-lungo periodo e di regia per una proposta innovativa nella quale possano trovare casa e spazio tutte le realtà politiche nazionali sarde.

 

Nelle ultime settimane e nel crescente clima elettorale  molte persone ci chiedono lumi sulle nostre decisioni in vista del voto e sui nostri rapporti con gli altri partiti o coalizioni. Proveremo nei comunicati successivi a illustrare la nostra posizione e il perché delle nostre decisioni, in spirito costruttivo e nel nome della franchezza e della trasparenza. Non è nostro stile entrare nel merito delle strategie delle altre forze politiche ma parlare delle nostre percezioni crediamo sia utile; per coloro i quali ci stimolano a dare risposte, scegliamo di fare un po’ di chiarezza, tanto più perché comprendiamo che la nostra proposta di Convergenza Nazionale possa non essere compresa fino in fondo, tanto va oltre le classiche logiche elettorali.

 

Pro su beni de sa Natzione.

 

 

 


Scarica questo comunicato in PDF.


Cumentos

cumentos