del Coordinamento Regionale di ProgReS Aristanis

Pierluigi Annis Cau, responsabile politico

Alberto Medda Costella, responsabile della comunicazione

ProgReS Progetu Repùblica Aristanis si ritiene soddisfatta delle ultime esternazioni dell’amministratore delegato del Gruppo Saras s.p.a., Massimo Moratti, a proposito del “Progetto Eleonora”, in occasione del seminario “Fare impresa nel comparto energia”, tenutosi nella Facoltà di Ingegneria di Cagliari. Moratti ha affermato che la società che rappresenta sarebbe pronta a rinunciare all’iniziativa, qualora le comunità interessate non volessero prendere minimamente in considerazione quella che loro definiscono un’«opportunità».

Ne prendiamo atto, ma gli ricordiamo che quelle comunità hanno già espresso un netto diniego a quel progetto il 30 maggio 2013, in occasione del confronto pubblico, previsto dalla procedura regionale per la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), con la società interessata: in quella circostanza i tecnici della Saras risposero alle domande dei cittadini per otto ore non fornendo garanzie sufficienti. È passato più di un anno, però non capiamo cosa possa aver fatto pensare al dott. Moratti che la popolazione abbia, in questo lasso di tempo, cambiato idea sulle opportunità di sviluppo, tanto da mettere ancora in discussione la volontà della comunità di Arborea.

ProgReS Progetu Repùblica, da sempre in prima fila quando si tratta di difendere la Sardegna da progetti non compatibili con i modelli di sviluppo scelti dalle comunità interessate, ribadisce la propria contrarietà senza “se” e senza “ma” al “Progetto Eleonora”, quando quasi tutti i partiti dipendentisti hanno mantenuto un atteggiamento ambiguo se non favorevole a questo progetto.

ProgReS Progetu Repùblica, promuoverà in ogni occasione la tutela del territorio, per uno sviluppo sostenibile che sia in linea con le sue peculiarità ed i bisogni ed il benessere dei propri residenti, per costruire insieme nuovi diritti di cittadinanza.

Cumentos

cumentos