[:sc]

Martedì 8 Dicembre a coronamento di un percorso iniziato nel mese di Aprile del 2015 ProgReS Casteddu, insieme ad altre realtà della politica cittadina, dell’associazionismo e dei singoli che hanno sottoscritto il patto costitutivo del laboratorio politico di “Cagliari Città Capitale | Casteddu Citadi Capitali“, ha partecipato alla presentazione pubblica della coalizione civico-indipendentista che intende partecipare alle elezioni amministrative di Giugno 2016.

A seguire pubblichiamo il testo dell’intervento tenuto dalla Responsabile Comunicazione di ProgReS Casteddu, Laura Fois, durante la serata:

“Buona sera a tutti e grazie per essere venuti così numerosi. Fino ad ora ProgReS è stato l’unico Partito ad aver aderito alla coalizione civico-indipendentista di Cagliari Città Capitale, un progetto e laboratorio politico a cui non potevamo non aderire perché sostanzialmente abbiamo gli stessi obiettivi e lavoriamo per raggiungerli con la stessa prassi che adoperiamo dentro il Partito.

Per noi è fondamentale il confronto con la società civile, con le forze produttive e con le realtà associative, locali, multiculturali e individuali che concordino con noi che la politica debba essere organizzata, ma soprattutto uno sforzo collettivo composto da un bagaglio forte e da una prassi dichiarata e coerente nei fatti.

Abbiamo quindi firmato il patto costitutivo di Cagliari Città Capitale perché assume il principio che contraddistingue da sempre il nostro impegno politico, quello dell’autodeterminazione del Popolo sardo e della Nazione sarda.

Riteniamo quindi necessario costruire un processo culturale, sociale, economico e politico nuovo che dia emancipazione politica alla Sardegna. D’altronde, se un popolo è cosciente è anche responsabile del modo in cui vive e affronta il quotidiano.

Allora, vogliamo o non vogliamo vivere in una città che ospita nel silenzio più tombale e colpevole carri armati e macchine da guerra?

Vogliamo o non vogliamo una città più accogliente, più fruibile non solo per i turisti ma per gli stessi cittadini? Una città più sicura e pulita, che riesca a risolvere il grosso problema dei rifiuti, che attivi politiche di immigrazione e di accoglienza efficaci e inclusive?

Abbiamo la grande fortuna di essere al centro del Mediterraneo e quindi la possibilità di arricchirci e di imparare a non essere soli. Perché noi vogliamo conquistare l’indipendenza per integrarci, non per separarci, nel mondo moderno. E la scelta non può essere che nostra, autonoma, decisa e decisiva.

Cosa stiamo facendo allora, come ProgReS Casteddu?

Cerchiamo di riunirci settimanalmente e di organizzare una volta al mese incontri formativi; abbiamo fatto workshop su come imparare a leggere un bilancio comunale, sul marketing turistico, su social media e comunicazione sul web.

C’eravamo a Capo Frasca e a Teulada, e quest’ultima specialmente l’abbiamo seguita online costruendo uno storify che è stato visto da più di 3mila persone e che aggiornava continuamente sugli sviluppi della manifestazione, a fronte di una forte disinformazione.

Questo perché abbiamo capito, e non da ieri, che è assolutamente necessario informare e raccontare bene cosa sta succedendo intorno a noi. E per questo non ci stanchiamo di leggere, di imparare e aggiornarci. Stiamo preparando un incontro pubblico sull’intricato problema dei rifiuti e lo faremo con esperti del settore come Vincenzo Migaleddu. La conferenza verrà annunciata nei prossimi giorni.

I nostri attivisti stanno partecipando puntualmente agli incontri con i comitati No Discarica. Abbiamo partecipato al primo OST indetto da Cagliari Città Capitale del 7 novembre. Ci siamo interrogati sul patrimonio pubblico e culturale, sugli spazi pubblici e le politiche abitative, e su come ripopolare la città e utilizzare i beni dismessi dalle servitù militari nella città di Cagliari abbiamo portato il nostro contributo e la nostra esperienza sul campo. Cagliari è per noi il primo passaggio verso un processo Nazionale e non potevamo non farlo dentro una coalizione civico-indipendentista come Cagliari Città Capitale.

Quindi seguiteci, incontriamoci e continuiamo a lavorare insieme per questo progetto, per questa città, per questa Nazione”.

[:it]

Martedì 8 Dicembre a coronamento di un percorso iniziato nel mese di Aprile del 2015 ProgReS Casteddu, insieme ad altre realtà della politica cittadina, dell’associazionismo e dei singoli che hanno sottoscritto il patto costitutivo del laboratorio politico di “Cagliari Città Capitale | Casteddu Citadi Capitali“, ha partecipato alla presentazione pubblica della coalizione civico-indipendentista che intende partecipare alle elezioni amministrative di Giugno 2016.

A seguire pubblichiamo il testo dell’intervento tenuto dalla Responsabile Comunicazione di ProgReS Casteddu, Laura Fois, durante la serata:

“Buona sera a tutti e grazie per essere venuti così numerosi. Fino ad ora ProgReS è stato l’unico Partito ad aver aderito alla coalizione civico-indipendentista di Cagliari Città Capitale, un progetto e laboratorio politico a cui non potevamo non aderire perché sostanzialmente abbiamo gli stessi obiettivi e lavoriamo per raggiungerli con la stessa prassi che adoperiamo dentro il Partito.

Per noi è fondamentale il confronto con la società civile, con le forze produttive e con le realtà associative, locali, multiculturali e individuali che concordino con noi che la politica debba essere organizzata, ma soprattutto uno sforzo collettivo composto da un bagaglio forte e da una prassi dichiarata e coerente nei fatti.

Abbiamo quindi firmato il patto costitutivo di Cagliari Città Capitale perché assume il principio che contraddistingue da sempre il nostro impegno politico, quello dell’autodeterminazione del Popolo sardo e della Nazione sarda.

Riteniamo quindi necessario costruire un processo culturale, sociale, economico e politico nuovo che dia emancipazione politica alla Sardegna. D’altronde, se un popolo è cosciente è anche responsabile del modo in cui vive e affronta il quotidiano.

Allora, vogliamo o non vogliamo vivere in una città che ospita nel silenzio più tombale e colpevole carri armati e macchine da guerra?

Vogliamo o non vogliamo una città più accogliente, più fruibile non solo per i turisti ma per gli stessi cittadini? Una città più sicura e pulita, che riesca a risolvere il grosso problema dei rifiuti, che attivi politiche di immigrazione e di accoglienza efficaci e inclusive?

Abbiamo la grande fortuna di essere al centro del Mediterraneo e quindi la possibilità di arricchirci e di imparare a non essere soli. Perché noi vogliamo conquistare l’indipendenza per integrarci, non per separarci, nel mondo moderno. E la scelta non può essere che nostra, autonoma, decisa e decisiva.

Cosa stiamo facendo allora, come ProgReS Casteddu?

Cerchiamo di riunirci settimanalmente e di organizzare una volta al mese incontri formativi; abbiamo fatto workshop su come imparare a leggere un bilancio comunale, sul marketing turistico, su social media e comunicazione sul web.

C’eravamo a Capo Frasca e a Teulada, e quest’ultima specialmente l’abbiamo seguita online costruendo uno storify che è stato visto da più di 3mila persone e che aggiornava continuamente sugli sviluppi della manifestazione, a fronte di una forte disinformazione.

Questo perché abbiamo capito, e non da ieri, che è assolutamente necessario informare e raccontare bene cosa sta succedendo intorno a noi. E per questo non ci stanchiamo di leggere, di imparare e aggiornarci. Stiamo preparando un incontro pubblico sull’intricato problema dei rifiuti e lo faremo con esperti del settore come Vincenzo Migaleddu. La conferenza verrà annunciata nei prossimi giorni.

I nostri attivisti stanno partecipando puntualmente agli incontri con i comitati No Discarica. Abbiamo partecipato al primo OST indetto da Cagliari Città Capitale del 7 novembre. Ci siamo interrogati sul patrimonio pubblico e culturale, sugli spazi pubblici e le politiche abitative, e su come ripopolare la città e utilizzare i beni dismessi dalle servitù militari nella città di Cagliari abbiamo portato il nostro contributo e la nostra esperienza sul campo. Cagliari è per noi il primo passaggio verso un processo Nazionale e non potevamo non farlo dentro una coalizione civico-indipendentista come Cagliari Città Capitale.

Quindi seguiteci, incontriamoci e continuiamo a lavorare insieme per questo progetto, per questa città, per questa Nazione”.

[:]

Cumentos

cumentos