Indipendentismo di Governo

Pro s’Alternativa Natzionale Partimus dae Tue

20 February 2017

Più di cento persone hanno partecipato all’incontro “Partimus dae Tue” promosso dalle organizzazioni aderenti allo spazio di sintesi politica “Pro s’Alternativa Natzionale” che si è tenuto domenica 19 Febbraio presso il castello San Michele a Cagliari.

L’incontro, che voleva essere il primo momento di politica partecipativa organizzato dai Partiti e movimenti che aderiscono al progetto, ha raccolto un pubblico eterogeneo che ha seguito con attenzione i vari interventi introduttivi in cui sono state illustrate le ragioni e le necessità che hanno la Sardegna ed il suo Popolo di iniziare a percorrere la strada verso la propria autodeterminazione, e di farlo uniti.

Attraverso l’analisi degli open data statistici è stato fatto un focus sulla Sardegna, un crudo spaccato del presente e del futuro dell’isola che racconta di una Sardegna e di un popolo “in via di estinzione”, in preda a un inesorabile spopolamento, con un livello di disoccupazione pari al 50% che, se confrontato con analoghi dati delle altre isole europee o di altre Nazioni affini alla nostra, le quali hanno prospettive di crescita opposte alle nostre, ha messo in evidenza il fatto che la causa principale dell’attuale condizione e del futuro dei sardi, decisamente cupo, sia da ascrivere all’immobilismo della classe politica -incapace di attuare strategie coerenti per delle riforme strutturali- e alle oggettive condizioni di dipendenza in cui è mantenuta la Sardegna dai governi centrali e dalle loro propaggini isolane.

Continua a leggere: Pro s’Alternativa Natzionale Partimus dae Tue

Àndalas de Indipendèntzia

12 November 2016

L’indipendentismo che guarda al futuro. Progetu Repùblica de Sardigna, che alle scorse elezioni ha promosso l’esperienza di Sardegna Possibile, organizza per domenica 13 novembre 2016 a Bauladu un evento aperto a tutti i sardi per confrontarsi sulle sfide del presente e gli obiettivi dei prossimi mesi del partito.

A partire dalle ore 10, presso il Centro Civico Culturale, alla presenza dei rappresentanti delle altre forze politiche impegnate nel progetto di costruzione di un’alternativa nazionale – Fronte Indipendentista Unidu, Gentes, Sardigna Libera e Sardigna Natzione Indipendèntzia – si illustrerà il percorso di condivisione avviato nelle scorse settimane che mira a coinvolgere il maggior numero di sigle dell’area indipendentista, sovranista e autonomista in un processo di unità che vada oltre le divisioni che hanno caratterizzato il recente passato del panorama politico sardo.

Nell’agenda dei lavori dell’assemblea di Bauladu spazio anche al referendum del 4 dicembre, alle elezioni amministrative della primavera e alle prossime mobilitazioni degli attivisti del movimento.

L’evento di Progetu Repùblica – che prende il nome di “Àndalas de indipendèntzia” – intende rappresentare un momento di confronto e costruzione partecipata, nonché uno spazio di informazione che possa garantire una chiara consapevolezza sull’impegno quotidiano del partito ai diversi livelli della sua presenza nella società sarda.

Per maggiori informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa al numero 331-2202387 oppure scrivere una mail a info@progres.net

Àndalas de Indipendèntzia

– – – – –

S’indipendentismu chi càstiat a su benidore. Progetu Repùblica se Sardigna, chi in is eletziones passadas at promòvidu s’esperièntzia de Sardigna Possìbile cuncordat pro domìniga 13 de ledàmene 2016 in Bauladu un’eventu abertu a totus is sardos pro si cunfrontare a pitzus de is isfidas de su presente e de is obietivos de is meses chi ant a bènnere de su partidu.

A cumintzare dae is 10, in su Tzentru Tzìvicu Comunale, impare cun is rapresentantes de is àteras fortzas polìticas chi sunt traballende in su progetu de fraigamentu de un’alternativa natzionale – Fronte Indipendentista Unidu, Gentes, Sardigna Lìbera e Sardigna Natzione Indipendèntzia – s’at a mustrare s’àndala de cumpartzidura cumintzadu in is chidas passadas e chi punnat a pònnere impare su nùmeru prus mannu de siglas de s’àrea indipendentista, sovranista e autonomista in unu protzessu de unidade chi andet a de in antis de is partziduras chi ant signadu su passadu reghente de sa polìtica sarda.

In s’agenda de is traballos de s’assemblea de Bauladu ispàtziu fintzas a su referendum de su 4 de su mese de idas, a is eletziones amministrativas de su beranu chi benit e is mobilitatziones de is ativistas de su movimentu.

S’eventu de Progetu Repùblica – chi pigat su nùmene de “Àndalas de indipendèntzia” – bolet èssere unu momentu de cunfrontu e de fràigu partetzipadu, e fintzas un’ispàtziu de informatzione chi potzat donare una bisione crara de s’impignu de onni die de su partidu in is vàrios livellos de sa presèntzia sua in sa sotziedade sarda.

Pro àteras informatziones si podet cuntatare sa segreteria organizativa a su nùmeru 331-2202387 o iscrìere un’email a info@progres.net

Con ProgReS tutte le forze indipendentiste per Cagliari e la Sardegna

19 May 2016

di Fabio Usala
Coordinatore Politico di ProgReS Progetu Repùblica Casteddu
e candidato Consigliere a Cagliari nella lista ProgReS per la coalizione Cagliari Città Capitale

Se ProgReS potrà partecipare alla prossima tornata elettorale per le elezioni comunali di Cagliari un sincero ringraziamento va alle tante persone che hanno lavorato e si sono sacrificate in un percorso politico che è iniziato ad aprile del 2015 quando, per la prima volta, ProgReS e Sardegna Sostenibile e Sovrana si sono incontrate in un faccia a faccia all’Ex-Art del quartiere Marina.

Un percorso lungo finalizzato a costruire un’alternativa politica per tutta la Sardegna al duopolio dei blocchi italiani di centro destra e centro sinistra, che noi chiamiamo “Agenda 2019”, che guarda all’orizzonte delle prossime elezioni per la Regione Autonoma: è un progetto che abbiamo deciso di far poggiare sul concetto dell’autodeterminazione del Popolo sardo e della sostenibilità ambientale.

Un percorso comune che dovrà vederci tutti uniti e in campo a partire dal 6 giugno. Le elezioni cagliaritane sono una tappa di questo cammino, che già ci ha visto all’opera nella campagna di propaganda, nella divulgazione e nell’informazione per il referendum “anti-trivelle” dello scorso Aprile.

Su questo punto vorremmo porre un primo interrogativo a tutti i sardi: Cosa significa oggi fare politica?

Continua a leggere: Con ProgReS tutte le forze indipendentiste per Cagliari e la Sardegna

In Sardigna non teneus nudda de afestare

4 November 2015

degli Amministratori di Progetu Repùblica de Sardigna

Nel 2015 ricorre il centenario dal coinvolgimento dei sardi nella Grande Guerra. Tra il 1915 e il 1918, su circa 870.000 abitanti, 100.000 sardi furono richiamati sotto le armi. Un uomo su quattro partì per la guerra. Di questi, 13.602 (tredici su cento) figurano nell’albo dei caduti o dispersi nel conflitto. La Sardegna, nella prima guerra mondiale, ha pagato il tributo di sangue più alto tra tutti i contingenti “regionali”.

La maggior parte dei sardi combatté nella Brigata Sassari, costituita da soldati provenienti esclusivamente dall’Isola. Sa vida pro sa Patria, recita il motto sul gonfalone dello stesso Reggimento. Per quale patria verrebbe da chiedersi. Come ha scritto il poeta orgolese Peppino Marotto, i sardi furono petta de cannone de sos guvernos de su continente per delle esigenze e un sacrificio non propri; come inoltre riporta Brigaglia «[…] il mulattiere che saliva l’erta verso la trincea cantava: pro difender sa patria italiana, distrutta s’est sa Sardigna intrea».

Continua a leggere: In Sardigna non teneus nudda de afestare

Incontro a Cagliari: Idee e Progetti per Casteddu 2016

15 October 2015

ProgReS Progetu Repùblica vi invita Venerdì 16 Ottobre alla presentazione del Partito a Cagliari, presso il Jester Club in via Roma 257.
Durante la serata si discuterà di idee e progetti per la Sardegna e in particolare per Cagliari: presenteremo la nostra proposta politica su Energia e mobilità elettrica e il Laboratorio politico di Cagliari Città Capitale, che sta lavorando per creare un polo civico-indipendentista che parteciperà alle elezioni comunali di Cagliari nel 2016.

Programma:
H 18:30 – Presentazione di ProgReS
– Fabio Usala Friargiu, coordinatore politico ProgReS Casteddu
– Ilaria Mura Perra, coordinatrice organizzazione ProgReS Casteddu
– Frantziscu Sanna Carta, responsabile nazionale formazione e esponente Lab Energia

H 19:30 – Presentazione Cagliari Città Capitale
Modera: Fabio Usala Friargiu
– Efisio Pilleri, rappresentante Costituente Sardista
– Claudia Zuncheddu, rappresentante Sardigna Libera
– Enrico Lobina, consigliere comunale, rappresentante Sardegna Sostenibile e Sovrana
– Gianluca Collu Cecchini, segretario nazionale di ProgReS

A partire dalle 20.30 buffet con prodotti sardi a soli 3 euro,

DJ-set e live di BUJUMANNU (from Stone Republic & Train to Roots), con GariSelektaa.

Resoconto di fine mandato del consigliere provinciale di Oristano Sebastian Madau

22 June 2015

di Sebastian Madau
Presidente Nazionale di ProgReS Progetu Repùblica

Il 31 maggio è scaduto il mandato che per 5 anni ha permesso, per la prima e forse unica volta nella storia della provincia di Oristano, ad un indipendentista di sedere tra i banchi del Consiglio.

Le aspettative naturalmente erano molto alte, per il sottoscritto innanzitutto, per il partito e per i più di seimila elettori che hanno permesso questo piccolo ma storico traguardo.

Nella seduta d’insediamento è apparso da subito chiaro che il nostro sarebbe stato un ruolo di minoranza nella minoranza (su otto consiglieri, sei erano del PD e uno dell’Italia dei valori ma entrato con la coalizione del centrosinistra).

Da qui abbiamo cercato di lavorare, non tanto per riempire le pagine dei quotidiani locali sull’inconcludenza e la rissosità della maggioranza o su proposte utopiche ma unicamente per dare voce agli interessi nazionali dei cittadini sardi. Questo lo abbiamo fatto prima di tutto nel metodo di proposta e di lavoro che abbiamo adottato: ci è sembrato opportuno coinvolgere direttamente la conferenza dei capigruppo tutte quelle volte che abbiamo pensato di proporre un odg. o una mozione. In questo modo, è vero che il nome del partito perdeva l’occasione di apparire sulla stampa come proponente, ma era più importante che l’argomento avesse il voto unanime dell’aula.

Più di una volta infatti sono arrivati in aula argomenti condivisibili da tutti ma per il fatto che non erano stati condivisi prima in conferenza di capigruppo venivano votati solo dai proponenti.

Continua a leggere: Resoconto di fine mandato del consigliere provinciale di Oristano Sebastian Madau

L’indipendentismo progettuale al governo delle comunità

1 June 2015

Le elezioni comunali del 2015 segnano un’ulteriore passo avanti di credibilità e di concretezza per l’indipendentismo progettuale di ProgReS.

Nella tornata elettorale che si è appena conclusa il partito ha deciso di partecipare alla costruzione di diverse liste civiche in tutta la Sardegna, cioè in tutte le comunità in cui si è presentata l’opportunità di costruire una valida alternativa di governo al servizio dei cittadini e del territorio. Una scelta chiara di apertura, confronto e sostegno a tutti quei progetti che hanno come prospettiva la valorizzazione e la difesa dei beni comuni e un nuovo modello di sviluppo economico e sociale basato sulle nostre risorse materiali e immateriali. Le elezioni municipali sono per ProgReS strategiche perché determinano la nostra capacità di governo, perché fino a quando non avremo una presenza diffusa all’interno delle amministrazioni comunali sarà difficile ambire a guidare la nazione sarda.

Per questo non possiamo che complimentarci e fare i nostri migliori auguri di buon lavoro a Gabrielli Cossu Cantarella, responsabile nazionale dell’organizzazione di ProgReS, eletto consigliere di maggioranza nella lista Pro-Movi Pabillonis a fianco del più giovane sindaco sardo Riccardo Sanna.

E che dire dello straordinario risultato della lista civica Sì per Arborea che ha eletto come consigliere Alberto Medda Costella, coordinatore politico di ProgReS Aristanis, e la nuova sindaca Manuela Pintus, dimostrando ancora una volta come la comunità di Arborea voglia progettare il proprio futuro difendendo la propria economia e salute a dispetto di qualunque speculazione calata dall’alto.

Continua a leggere: L’indipendentismo progettuale al governo delle comunità