Incontri

Partimus dae tue

17 February 2017

I soggetti che compongono lo spazio politico di sintesi “Pro s’Alternativa Natzionale”, dopo l’importante giornata di studio e dibattito sulla necessità di una riscrittura dello Statuto sardo tenutasi la scorsa settimana a Sassari, si ritroveranno domenica 19 febbraio a Cagliari presso la suggestiva location del Castello San Michele.

Partiamo da te “Partimus dae Tue” è il titolo che spiega il senso dell’incontro partecipativo, dove i presenti contribuiranno con le loro idee e proposte a dare corpo a una agenda politica alternativa e concreta scegliendo e votando i temi più interessanti per il presente e il futuro dei sardi e della Sardegna. Il risultato di questo incontro definirà il programma di avvio di Alternativa Natzionale e le prime conferenze aperte tematiche. L’evento sarà strutturato in due fasi: una “creativa” per raccogliere gli input dei partecipanti, e una “valutativa” per discutere e selezionare le proposte che saranno oggetto dei futuri incontri.

Un incontro orizzontale voluto per rimanere in linea con quanto annunciato lo scorso ottobre alla presentazione del progetto al T-Hotel di Cagliari, ovvero di mettere in atto una fase preliminare di ascolto della società sarda, per rimarcare il fatto che nessun cambiamento è possibile senza la partecipazione diretta e il contributo dal basso dei cittadini.

Per le info sull’evento scrivere a: mesanatzionale@gmail.com

Dallo Statuto Autonomistico alla Costituzione dei Sardi

13 February 2017

Resoconto del convegno organizzato dall’insieme di movimenti e associazioni che compongono l’Alternativa Natzionale a Sassari lo scorso 11 febbraio

Sala gremita dalla mattina fino a sera all’ex convento del Carmine a Sassari in occasione della giornata dedicata ai “diritti dei sardi nel secolo XXI”. L’evento di studio e dibattito è stato organizzato dalle forze che compongono il progetto dell’Alternativa Natzionale che hanno deciso di dedicare la loro seconda uscita pubblica al tema della riscrittura dello Statuto Autonomistico. Ad avvicendarsi al microfono diversi esponenti del vasto mondo sardista e indipendentista e anche importanti esponenti del panorama intellettuale e accademico sardo. La moderatrice dell’incontro, la scrittrice Daniela Piras, ha introdotto la giornata ricordando due noti attivisti recentemente scomparsi, Graziella Deffenu e Patrizio Carrus, e per loro la sala ha osservato un minuto di silenzio. Daniela Piras ha inoltre sintetizzato il progetto avviato dalle cinque organizzazioni dell’Alternativa Natzionale: un processo di apertura che cerca di fungere da catalizzatore per tutte quelle componenti politiche e culturali della società sarda che hanno al centro delle proprie battaglie gli interessi della Sardegna e del suo popolo; tutti quei soggetti, cioè, che si stanno raccogliendo attorno al riconoscimento del principio dell’autodeterminazione, condizione indispensabile per tracciare un percorso comune. È stato anche ricordato che il progetto dell’Alternativa Natzionale si basa sul riconoscimento di valori comuni e condivisi e sul confronto politico paritario e democratico, mantenendo la porta aperta a tutti coloro che vogliono rendersi protagonisti di questa nuova fase politica.

Ad aprire i lavori l’esponente del Fronte Indipendentista Unidu Cristiano Sabino che ha iniziato il suo ragionamento ricordando come dieci anni fa il Consiglio Regionale della Sardegna si fosse trasversalmente impegnato per avviare un percorso di riforma dello Statuto Autonomistico. «A leggere oggi quelle dichiarazioni – sostiene Sabino – viene da sorridere, perché non si capisce dove sia finita tutta quella grande spinta riformatrice e tutti quegli importanti buoni propositi presi a livello istituzionale dalla massima assemblea dei sardi. In realtà – continua Sabino – sono troppi i punti dello Statuto che non sono mai stati fatti valere, a partire dagli articoli che prevedono la possibilità di programmazione in materia economica e di istruzione, passando per quelli che stabiliscono la competenza di adattare alle proprie esigenze le leggi del Parlamento italiano. Come ha fatto la classe politica italianista a definire se stessa “autonomista” se non ha mai applicato lo Statuto? Ma è pure necessario guardare a quei diritti che nello Statuto non sono presenti come il diritto all’autodeterminazione e i diritti linguistici».
Continua a leggere: Dallo Statuto Autonomistico alla Costituzione dei Sardi

Sos deretos de sos sardos in su de XXI sèculus. Dae s’Istatutu a sa costitutzione de sos sardos

8 February 2017

Sabato 11 febbraio dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 20:00, a Sassari, presso l’Auditorio EX Convento del Carmine in Corso Umberto 11, i movimenti che aderiscono al progetto “Per l’Alternativa Nazionale” hanno organizzato una giornata di studio e dibattito su un tema che riteniamo strategico per il futuro del popolo sardo: “Sos deretos de sos sardos in su de XXI sèculus. Dae s’Istatutu a sa costitutzione de sos sardos”.

Parlare infatti dello Statuto Autonomistico significa parlare della sua necessaria riforma oggi non più prorogabile e cioè dell’insieme dei diritti politici, economici e sociali di cui il popolo sardo ha bisogno per potere uscire dallo stato di letargia e decadenza in cui attualmente stagna.

Riscrivere lo Statuto dunque è necessario, ma non come fredda operazione calata dall’alto. Riteniamo debba essere un processo democratico basato sulla partecipazione e sul coinvolgimento popolare. Perciò abbiamo organizzato una giornata per iniziare a parlarne invitando le diverse anime del movimento politico sardo che riconoscono il diritto dei sardi all’autodeterminazione. Inoltre abbiamo invitato diversi studiosi che a vario titolo si sono occupati di questo tema.

A seguire il programma:
Continua a leggere: Sos deretos de sos sardos in su de XXI sèculus. Dae s’Istatutu a sa costitutzione de sos sardos

Ripartiamo insieme da Bauladu

14 November 2016

A distanza di circa un mese della conferenza stampa di presentazione del progetto di Alternativa Natzionale, a Bauladu iniziano gli incontri territoriali per illustrare il percorso di costruzione di uno spazio politico inclusivo che punta alla costruzione di un progetto di governo alternativo ai partiti italiani. Erano presenti all’iniziativa “àndalas de indipendèntzia” – organizzata da Progetu Repùblica de Sardigna (ProgReS) – il Fronte Indipendentista Unidu, Gentes, Sardigna Libera e Sardigna Natzione Indipendèntzia. Tutti i partiti e i movimenti presenti hanno sottolineato che il percorso intrapreso è aperto a chiunque condivide i principi fondamentali esposti durante l’assemblea, ovvero la radicale antitesi ai partiti italiani e la difesa degli interessi nazionali sardi.

Nel suo intervento iniziale, Gianluca Collu, Segretario Nazionale di Progetu Repùblica, ha sottolineato il difficile momento attuale dell’Isola: «Circa 80mila giovani sardi non studiano e non lavorano. In questa situazione abbiamo il dovere di proporre ai sardi un’alternativa di governo che abbia a come unico orizzonte la Sardegna. Questo progetto è aperto a tutti i sardi, non solo a chi “è indipendentista” ma a chi “agisce da indipendentista”». Sulla stessa lunghezza d’onda gli interventi di Bustianu Cumpostu (SNI), Cristiano Sabino (FIU) e Gianfranco Sollai (Gentes). Da tutti è arrivato l’invito ai sardi a partecipare e ad unirsi.

Nella parte riservata agli attivisti di Progetu Repùblica si è deciso di dare il via alla campagna tesseramenti 2017 del partito che verrà presentata nelle prossime settimane, per dare l’opportunità ai tutti i sardi di partecipare da protagonisti a questa nuova fase politica.

«Oggi siamo qui per parlare di un nuovo corso – conclude Collu – un cammino condiviso di unità. Da oggi andremo nelle nostre comunità per mettere radici forti e far crescere una vera alternativa alla situazione attuale».

Àndalas de Indipendèntzia

12 November 2016

L’indipendentismo che guarda al futuro. Progetu Repùblica de Sardigna, che alle scorse elezioni ha promosso l’esperienza di Sardegna Possibile, organizza per domenica 13 novembre 2016 a Bauladu un evento aperto a tutti i sardi per confrontarsi sulle sfide del presente e gli obiettivi dei prossimi mesi del partito.

A partire dalle ore 10, presso il Centro Civico Culturale, alla presenza dei rappresentanti delle altre forze politiche impegnate nel progetto di costruzione di un’alternativa nazionale – Fronte Indipendentista Unidu, Gentes, Sardigna Libera e Sardigna Natzione Indipendèntzia – si illustrerà il percorso di condivisione avviato nelle scorse settimane che mira a coinvolgere il maggior numero di sigle dell’area indipendentista, sovranista e autonomista in un processo di unità che vada oltre le divisioni che hanno caratterizzato il recente passato del panorama politico sardo.

Nell’agenda dei lavori dell’assemblea di Bauladu spazio anche al referendum del 4 dicembre, alle elezioni amministrative della primavera e alle prossime mobilitazioni degli attivisti del movimento.

L’evento di Progetu Repùblica – che prende il nome di “Àndalas de indipendèntzia” – intende rappresentare un momento di confronto e costruzione partecipata, nonché uno spazio di informazione che possa garantire una chiara consapevolezza sull’impegno quotidiano del partito ai diversi livelli della sua presenza nella società sarda.

Per maggiori informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa al numero 331-2202387 oppure scrivere una mail a info@progres.net

Àndalas de Indipendèntzia

– – – – –

S’indipendentismu chi càstiat a su benidore. Progetu Repùblica se Sardigna, chi in is eletziones passadas at promòvidu s’esperièntzia de Sardigna Possìbile cuncordat pro domìniga 13 de ledàmene 2016 in Bauladu un’eventu abertu a totus is sardos pro si cunfrontare a pitzus de is isfidas de su presente e de is obietivos de is meses chi ant a bènnere de su partidu.

A cumintzare dae is 10, in su Tzentru Tzìvicu Comunale, impare cun is rapresentantes de is àteras fortzas polìticas chi sunt traballende in su progetu de fraigamentu de un’alternativa natzionale – Fronte Indipendentista Unidu, Gentes, Sardigna Lìbera e Sardigna Natzione Indipendèntzia – s’at a mustrare s’àndala de cumpartzidura cumintzadu in is chidas passadas e chi punnat a pònnere impare su nùmeru prus mannu de siglas de s’àrea indipendentista, sovranista e autonomista in unu protzessu de unidade chi andet a de in antis de is partziduras chi ant signadu su passadu reghente de sa polìtica sarda.

In s’agenda de is traballos de s’assemblea de Bauladu ispàtziu fintzas a su referendum de su 4 de su mese de idas, a is eletziones amministrativas de su beranu chi benit e is mobilitatziones de is ativistas de su movimentu.

S’eventu de Progetu Repùblica – chi pigat su nùmene de “Àndalas de indipendèntzia” – bolet èssere unu momentu de cunfrontu e de fràigu partetzipadu, e fintzas un’ispàtziu de informatzione chi potzat donare una bisione crara de s’impignu de onni die de su partidu in is vàrios livellos de sa presèntzia sua in sa sotziedade sarda.

Pro àteras informatziones si podet cuntatare sa segreteria organizativa a su nùmeru 331-2202387 o iscrìere un’email a info@progres.net

TARI: Decidiamo noi a Cagliari

14 January 2016

Progetu Repùblica de Sardigna assieme alle associazioni che compongono la coalizione Cagliari Città Capitale presentano il progetto di modifica del sistema di raccolta dei rifiuti. Il coordinatore politico di ProgReS Casteddu, Fabio Usala Friargiu, sarà tra i relatori che introdurranno il progetto. Invitiamo i cittadini di Cagliari e area vasta alla massima partecipazione per quello che è uno dei temi strategici del nostro territorio.

__

TARI: DECIDIAMO NOI A CAGLIARI
Sabato 16 Gennaio alle ore 18:00
Via Montevecchio 29 – Casteddu

La coalizione Cagliari Città Capitale presenta il proprio progetto di modifica del sistema di raccolta dei rifiuti.

Coordina: Piero Loi – SardiniaPost

Introducono:
Riccardo Schirò – Cagliari Città Capitale
Fabio Usala Friargiu – ProgReS Progetu Repùblica Casteddu

Intervengono:
Vincenzo Migaleddu – ISDE Sardegna
Fabio Atzeni – Cagliari Città Capitale
Claudio Marciano – Ass.re Sostenibilità Urbana di Formia

Conclude: Enrico Lobina – Candidato Sindaco

*Parteciperanno associazioni ed organizzazioni attive nel settore.

Evento Facebook

Adesione a Cagliari Città Capitale

10 December 2015

Martedì 8 Dicembre a coronamento di un percorso iniziato nel mese di Aprile del 2015 ProgReS Casteddu, insieme ad altre realtà della politica cittadina, dell’associazionismo e dei singoli che hanno sottoscritto il patto costitutivo del laboratorio politico di “Cagliari Città Capitale | Casteddu Citadi Capitali“, ha partecipato alla presentazione pubblica della coalizione civico-indipendentista che intende partecipare alle elezioni amministrative di Giugno 2016.

A seguire pubblichiamo il testo dell’intervento tenuto dalla Responsabile Comunicazione di ProgReS Casteddu, Laura Fois, durante la serata:

“Buona sera a tutti e grazie per essere venuti così numerosi. Fino ad ora ProgReS è stato l’unico Partito ad aver aderito alla coalizione civico-indipendentista di Cagliari Città Capitale, un progetto e laboratorio politico a cui non potevamo non aderire perché sostanzialmente abbiamo gli stessi obiettivi e lavoriamo per raggiungerli con la stessa prassi che adoperiamo dentro il Partito.

Continua a leggere: Adesione a Cagliari Città Capitale